Documento in fase di revisione!


MCE_P1P20F - 022 : Connessioni

1. Informazioni

Documento: mce_p1p20f-022
Descrizione: Manuale delle connessioni elettriche p1p20f-022
Redattore: Omar Sbalchiero
Approvatore Gabriele Bazzi
Link: https://www.qem.eu/doku/doku.php/strumenti/qmoveplus/j1p20/p1p20f-022/mce_p1p20f-022
Lingua: Italiano
Release documento Descrizione Note Data
01 Nuovo manuale 18/09/2020

I diritti d'autore di questo manuale sono riservati. Nessuna parte di questo documento, può essere copiata o riprodotta in qualsiasi forma senza la preventiva autorizzazione scritta della QEM.

QEM non presenta assicurazioni o garanzie sui contenuti e specificatamente declina ogni responsabilità inerente alle garanzie di idoneità per qualsiasi scopo particolare. Le informazioni in questo documento sono soggette a modifica senza preavviso. QEM non si assume alcuna responsabilità per qualsiasi errore che può apparire in questo documento.

Marchi registrati :

  • QEM® è un marchio registrato.

2. Descrizione

Il software P1P20F - 022, controlla l'automazione di macchine levigatrici/levigabordi fino a 19 teste .

N.B. Se si desidera comandare separatamente l'attivazione dei motori delle teste con la discesa e salita delle teste, è necessario l'utilizzo del modulo I/O remotato (RMC3M).

3. Hardware e collegamenti

:info: MIMJ1P20Fx_BASE:Manuale di Installazione e Manutenzione

Lo strumento dovrà essere alimentato a 24Vdc. Prevedere un fusibile esterno in serie al conduttore positivo +24Volt.

PIN ID DESCRIZIONE
1 +24V Positivo Alimentazione +24Vdc
2 PE Terra-PE
3 0V Comune Alimentazione 0Vdc

Nr. 1 PORTA PROG → Seriale con standard logico TTL per programmazione

Nr. 1 PORTA ETHERNET

Nr. 1 Porta CAN per il collegamento a moduli I/O esterni

3.3.1 PROG PORT (USB mini-B)

PROG PORT (USB mini-B)

PROG PORTDescrizione
Seriale utilizzata per il trasferimento e l'aggiornamento del firmware
Da utilizzare solamente con l'ausilio degli accessori IQ009 o IQ013.

3.3.2 ETHERNET port

ETHERNET PORTDescrizione
Connettore RJ45.

LED:
* LINK: led verde = cavo collegato (il led acceso indica che il cavo è connesso ad entrambi i capi)
* DATA: led giallo = scambio dati (il led lampeggiante indica lo scambio dati tra i dispositivi collegati)

3.3.3 CANbus PORT

3.3.3.1 CN2

MorsettoSimboloDescrizione
1 CAN H Terminale CAN H
2 CAN L Terminale CAN L
3 0V Comune CAN
3.3.3.1.1 Settaggio resistenze di terminazione
Nome
jumper
ImpostazioneFunzione
JP1 JP2
JP1 INSERITO Terminazione CAN attivata
JP2
3.3.3.1.2 Selettore baud-rate CANbus
SW1 DipImpostazione dei DIPFunzione
dip-8.jpg 1 - -
2 - -
3 - -
4 - -
5 ON Selezione velocità di
trasmissione CANbus
7 ON
Baud-rate
1MB/S
6 - -
8 - -


3.3.3.1.3 Esempio di collegamento del cavo

S = Stato A = Azione ID
NO = Normalmente Aperto I = Impulsivo ID = Software
NC = Normalmente Chiuso C = Continuo

3.4.1 CN6

PIN ID DESCRIZIONE S A
1 0V Comune degli ingressi digitali - Collegato internamente allo 0Volt (PIN 3 - CN1)
2 I1 Emergenza - NC C
3 I2 Discesa teste/Avviamento motori Funzionamento abilitato con parametro MP-05 = 1
OFF = attivazione teste
ON = avviamento motori
NO C
4 I3 Start Avviamento Motori Funzionamento abilitato con parametro MP-05 = 1 o 2
Avvia l'attivazione in sequenza dei motori
NO I
5 I4 Ausiliari abilitati Macchina pronta per funzionare NO C
6 I5 NE In automatico, ferma il ponte e il nastro/Reset del messaggio “erroneo avviamento rotazione motori” NC C
7 I6 Termici Catena dei termici
8 I7 Carter Catena delle protezioni
9 I8 Pressostato Mancanza aria

3.4.1.1 Esempio di collegamento

3.4.2 CN5

PIN ID DESCRIZIONE S A
1 0V Comune degli ingressi digitali - Collegato internamente allo 0Volt (PIN 3 - CN1)
2 I9 Acquisizione Pezzo Fine corsa per acquisizione misura NO C
3 I10 n.u. - - -
4 I11 n.u. - - -
5 I12 Fault inverter Inverter in allarme NC C
6 I13 Ponte Avanti Finecorsa Con velocità rapida (MP-04 = 1)
7 I14 Ponte Indietro
8 I15 Ponte Rallentamento Avanti Con velocità lenta NO C
9 I16 Ponte Rallentamento Indietro

3.4.2.1 Esempio di collegamento

S = Stato ID
OFF = Spento ID = Software
ON = Acceso

3.5.1 CN7

PIN ID DESCRIZIONE S
1 V+ Ingresso alimentazione uscite O1÷O8 (12÷28Vdc)
2 O1 Testa 1 Discesa testa o comando avviamento motore OFF
3 O2 2
4 O3 3
5 O4 4
6 O5 5
7 O6 6
8 O7 7
9 O8 8
10 V- Ingresso alimentazione uscite (0Vdc)

3.5.1.1 Esempio di collegamento

3.5.2 CN4

PIN ID DESCRIZIONE S
1 V+ Ingresso alimentazione uscite O9÷O16 (12÷28Vdc)
2 O9 Testa 9 Discesa testa o comando avviamento motore OFF
3 O10 10
4 O11 11
5 O12 12
6 O13 13
7 O14 14
8 O15 15
9 O16 16
10 V- Ingresso alimentazione uscite (0Vdc)

3.5.2.1 Esempio di collegamento

3.5.3 CN12

PIN ID DESCRIZIONE S
1 V+ Ingresso alimentazione uscite O17÷O24 (12÷28Vdc)
2 O17 Discesa teste/Avviamento Motori Funzionamento abilitato con parametro MP-05 = 1
Dà la segnalazione del modo di funzionamento dello strumento in funzione dell'ingresso I02 e dei parametri di set-up GP-28 (t3) e GP-29 (t4).
OFF = Attivazione teste
ON = Avviamento motori
-
3 O18 Fine avviamento motori Segnala il completamento del ciclo di avviamenti motori in cascata OFF
4 O19 Out mescole Funzione del ciclo uscite, con tempi di attivazione e disttivazione impostabili in setup
5 O20 Allarme pezzi Attiva quando i numeri di pezzi in lavorazione è uguale o superiore a 30
6 O21 Direzione nastro OFF = avanti
ON = indietro
-
7 O22 Direzione ponte OFF = avanti
ON = indietro
-
8 O23 Spazzolone Attiva quando c'è almeno un pezzo in lavorazione OFF
9 O24 Elettrovalvola acqua
10 V- Ingresso alimentazione uscite (0Vdc)

3.5.3.1 Esempio di collegamento

3.6.1 CN9

3.6.1.1 Per Encoder tipo "Push Pull"

PIN ID DESCRIZIONE
1A +24V Alimentazione encoder Nastro
2A PHA1 Fase A
3A PHB1 Fase B
4A Z1 n.u.
5A 0V Comune degli ingressi di conteggio - Collegato internamente allo 0Volt (PIN 3 - CN1)
Connettere al PIN 5B
6A Connettere al PIN 6B
7A Connettere al PIN 7B

3.6.1.1.1 Esempio di collegamento

3.6.1.2 Per Encoder tipo "Line Driver"

PIN ID DESCRIZIONE
1B +24V Alimentazione encoder Nastro
2B PHA1+ Fase A+
3B PHB1+ Fase B+
4B Z1+ n.u.
5B PHA1- Fase A-
6B PHB1- Fase B-
7B Z1- n.u.
3.6.1.2.1 Esempi di collegamento
Solo per Encoder alimentato dallo strumento a +24Vdc, con uscite 5 Volt Line Driver
Per encoder alimentato in +5Vdc, con uscite 5 Volt Line Driver

3.6.2 CN10

3.6.2.1 Per Encoder tipo "Push Pull"

PIN ID DESCRIZIONE
1A +24V Alimentazione encoder Ponte
2A PHA2 Fase A
3A PHB2 Fase B
4A Z2 n.u.
5A 0V Comune degli ingressi di conteggio - Collegato internamente allo 0Volt (PIN 3 - CN1)
Connettere al PIN 5B
6A Connettere al PIN 6B
7A Connettere al PIN 7B

3.6.2.1.1 Esempio di collegamento

3.6.2.2 Per Encoder tipo "Line Driver"

PIN ID DESCRIZIONE
1B +24V Alimentazione encoder Ponte
2B PHA2+ Fase A+
3B PHB2+ Fase B+
4B Z2+ n.u.
5B PHA2- Fase A-
6B PHB2- Fase B-
7B Z2- n.u.
3.6.2.2.1 Esempi di collegamento
Solo per Encoder alimentato dallo strumento a +24Vdc, con uscite 5 Volt Line Driver
Per encoder alimentato in +5Vdc, con uscite 5 Volt Line Driver

3.7.1 CN3

PIN ID DESCRIZIONE
1 GAO Comune uscite analogiche
2 AO1 Uscita 0-10V Comando inverter Nastro trasportatore
3 AO2 Ponte
4 GAO Comune uscite analogiche.

3.7.1.1 Esempio di collegamento

:info: RMC-3MB01:Manuale di Installazione e Manutenzione

3.8.1 Alimentazione

3.8.1.1 CN1

Lo strumento dovrà essere alimentato a 24Vdc, prevedere un fusibile esterno in serie al conduttore positivo +24Volt.

PIN (NUMERO) ID DESCRIZIONE
1 (1) 0V Comune Alimentazione 0V
2 (2) PE Terra-PE
3 (3) +24V Ingresso Positivo Alimentazione +24V

3.8.2 Connettività

3.8.2.1 PROG PORT (USB mini-B)

PROG PORT (USB mini-B)

PROG PORTDescrizione
Seriale utilizzata per il trasferimento e l'aggiornamento del firmware
Da utilizzare solamente con l'ausilio degli accessori IQ009 o IQ013.

3.8.2.2 CN2

PIN (NUMERO) ID DESCRIZIONE
cnn_3fv_p3.5_03.jpg 1 (4) 0V Comune CAN
2 (5) CAN_L Comunicazione CAN segnale low
3 (6) CAN_H Comunicazione CAN segnale high

3.8.2.3 CN3

PIN (NUMERO) ID DESCRIZIONE
cnn_3fv_p3.5_03.jpg 1 (7) 0V Comune CAN
2 (8) CAN_L Comunicazione CAN segnale low
3 (9) CAN_H Comunicazione CAN segnale high
3.8.2.3.1 Esempio di collegamento

3.8.2.3.2 Settaggio resistenze di terminazione
SW3 Num.
Dip
Nome
Dip
Impostazione
dei DIP
Funzione
dip-4.jpg 1 JP1 ON Terminazione CAN PORT
2 JP2 ON
3 JP1 NC
4 JP2 NC

Se si attiva la terminazione della porta CAN, devono essere attivati entrambi i relativi DIP JP1 e JP2.


3.8.2.3.3 Settaggio velocità e indirizzo
SW1 Nr. DIP Funzione
dip-8.jpg Selezione della velocità di trasmissione del Canbus 1 ON
2 ON
Baud-Rate 1Mb
Selezione dell'indirizzo del modulo Canbus slave 3 ON
4 OFF
5 OFF
6 OFF
7 OFF
8 OFF
ID 1

3.8.3 Uscite digitali

S = Stato ID
OFF = Spento ID = Software
ON = Accesso

3.8.3.1 SLOT 6

PIN ID DESCRIZIONE S
1A O25 Avviamento motore testa 1 OFF
2A O26 2
3A O27 3
4A O28 4
5A O29 5
6A O30 6
7A O31 7
8A O32 8
9A V1+ Ingresso alimentazione uscite O25÷O32 (12÷28V dc) -
1B O33 Avviamento motore testa 9 OFF
2B O34 10
3B O35 11
4B O36 12
5B O37 13
6B O38 14
7B O39 15
8B O40 16
9B V2+ Ingresso alimentazione uscite O33÷O40 (12÷28V dc) -
3.8.3.1.1 Esempio di collegamento

3.8.3.2 SLOT 7

PIN ID DESCRIZIONE S
1A O41 Avviamento motore testa 17 OFF
2A O42 18
3A O43 19
4A O44 20
5A O45 Discesa testa 17
6A O46 18
7A O47 19
8A O48 20
9A V1+ Ingresso alimentazione uscite O41÷O48 (12÷28V dc) -
1B O49 n.u. - -
2B O50 - -
3B O51 - -
4B O52 - -
5B O53 - -
6B O54 - -
7B O55 - -
8B O56 - -
9B V2+ Ingresso alimentazione uscite O49÷O56 (12÷28V dc) -
3.8.3.2.1 Esempio di collegamento

4. Assistenza

Per poterVi fornire un servizio rapido, al minimo costo, abbiamo bisogno del Vostro aiuto.

Seguire tutte le indicazioni fornite nel manuale MIMATSe il problema persiste, compilare il “Modulo richiesta di assistenza” presente nella pagina Contatti del sito www.qem.it.
I nostri tecnici otterranno elementi indispensabili per la comprensione del Vostro problema.

Per poterVi fornire un servizio efficente, Vi preghiamo di leggere e attenerVi alle indicazioni qui riportate

Si raccomanda di imballare lo strumento con materiali che riescano ad ammortizzare eventuali cadute.

Usare l'imballo originale: deve proteggere lo strumento durante il trasporto.Allegare:
1. Una descrizione dell'anomalia;
2. Parte dello schema elettrico dov'è inserito lo strumento
3. Programmazione dello strumento (set up, quote di lavoro, parametri…).
Una descrizione esaustiva del problema permetterà di individuare e risolvere rapidamente il vostro problema. Un imballo accurato eviterà ulteriori inconvenienti.
  • Ultima modifica: 2021/09/21 11:55